Ucraina Nel sito sono presenti informazioni concernenti il consolato e l’ambasciata italiana in Ucraina, supporto legale per adozioni e visti d’ingresso, mappa e meteo online.Ucraina

Ucraina: Shevchuk, “a tutti i responsabili dell’Ue un grido nel nome del popolo ucraino, basta investire nella morte. Investite nella vita”

“Vorrei rivolgere a tutti i responsabili dell’Unione europea un grido nel nome del popolo ucraino, basta investire nella morte. Investite nella vita”. Lo ha detto Sua Beatitudine Sviatoslav Shevchuk, capo della Chiesa greco-cattolica di Ucraina, in un’intervista rilasciata oggi al Sir – in occasione di una visita alla redazione -, in vista dell’convegno di dialogo promosso dalla Comece su “(Re)thinking Europe – Il contributo dei cristiani al futuro del progetto europeo” che si terrà in Vaticano dal 27 al 29 ottobre. “Non investite nelle guerre ma nello sviluppo umano. L’Ucraina è stanca di guerre”, dice Shevchuk. “Quella che è in corso, non è una guerra ucraina ma una guerra europea, una guerra in Europa. Se non capirete che la pace in Germania, in Francia, in Italia è fortemente collegata alla pace in Ucraina, allora tutti siamo in pericolo. Speriamo che il Signore ci aiuti a portare avanti questo progetto europeo, il progetto di una Europa che vive nella pace”. “Se la guerra continua – spiega il capo della Chiesa greco-cattolica – è perché qualcuno investe una grande quantità di soldi. La gente di Donbass non ha i soldi per comprare le armi, ma qualcuno gliele invia. Ecco perché il Papa ha detto che il mercato delle armi è un mercato macchiato di sangue e coloro che firmano accordi militari e commerciali sulla vendita e l’acquisto di armi, lo fa con le mani piene di sangue”. “Tutti noi siamo stanchi di guerra”, prosegue Shevchuk. “Ma purtroppo i politici talvolta fanno fatica a distinguere la realtà virtuale da quella reale. Quando stringono accordi e iniziano le guerre, danno l’impressione che stanno giocando al gioco virtuale della guerra, privi totalmente della capacità di sentire il dolore degli altri. Perciò il mio grido è: investite nella vita, non nella guerra. Basta armi. Se dite che l’Europa è un progetto di pace, dovete capire che la guerra in Ucraina non è una guerra ucraina ma guerra europea e che tutto il continente europeo sta vivendo questa emorragia”.