Ucraina Nel sito sono presenti informazioni concernenti il consolato e l’ambasciata italiana in Ucraina, supporto legale per adozioni e visti d’ingresso, mappa e meteo online.Ucraina

Domani c’è l’Ucraina per le azzurrine

Giornata di riposo nel Campionato Europeo Under 17 femminile in corso a Sofia fino al 21 aprile: l’Italia arriva alla pausa a punteggio pieno, dopo le tre convincenti vittorie ottenute contro Romania, Olanda e Turchia. Le azzurre condividono il primo posto nella Pool II con la Germania, a sua volta protagonista di tre successi.
La Nazionale di Marco Mencarelli tornerà in campo martedì 17 aprile alle 15 (ora italiana) contro l’Ucraina, e in caso di vittoria potrebbe centrare con una giornata d’anticipo l’accesso alle semifinali, che si disputeranno venerdì 20 sempre a Sofia. A seguire si giocherà Germania-Turchia, altra sfida probabilmente decisiva per la qualificazione. Molto più equilibrata la Pool I, in cui 5 squadre su 6 sono ancora in corsa per il passaggio del turno: alla ripresa si giocheranno Slovenia-Russia e Bulgaria-Bielorussia, due incontri che potranno dare risposte determinanti per l’esito del girone.
Durante la sosta le azzurrine, che ieri sono state raggiunte a Sofia anche dal Consigliere federale Gianfranco Salmaso, hanno sostenuto un allenamento con la palla al mattino e una seduta di pesi nel pomeriggio.
A fare il punto su questo primo scorcio di torneo è il tecnico Marco Mencarelli: “Il bilancio è decisamente positivo, al di là dei risultati, che in queste manifestazioni sono sempre una conseguenza della qualità del lavoro che si svolge in allenamento e soprattutto in campo. Di fatto fino ad oggi siamo stati assolutamente in evoluzione, sia nel movimento e nel controllo della palla a livello particolare, sia come acquisizione dei meccanismi di squadra”. Il coach azzurro si aspetta ulteriori passi avanti dalla sua squadra nei prossimi giorni: “Il processo di crescita in tornei per queste fasce di età è sempre molto rilevante. Credo che l’aspetto che ci lascia più margini sia la capacità di apprendere sicurezza in quello che si fa, e prendere coscienza dei propri punti di forza per poi saperli utilizzare quando le cose vanno bene”.
Soddisfazione anche per la centrale Linda Nwakalor: “Sono molto contenta perché riusciamo a lavorare davvero bene insieme, siamo un bellissimo gruppo e siamo molto unite. Il fatto di essere tra le favorite non ci pesa, anzi è un privilegio: lo apprezziamo tutte e cerchiamo di onorare al meglio la maglia che indossiamo. Dalle prossime partite mi aspetto tante belle cose, perché come ho detto siamo una grande squadra, insieme possiamo fare tanto e sono sicura che ci riusciremo”.