Ucraina Nel sito sono presenti informazioni concernenti il consolato e l’ambasciata italiana in Ucraina, supporto legale per adozioni e visti d’ingresso, mappa e meteo online.Ucraina

L'Ungheria ha rifiutato di sostenere tutte le iniziative internazionali dell'Ucraina

Budapest non sosterrà alcuna iniziativa ucraina a livello internazionale per la legge sull'istruzione di Kiev, riferisce il ministero degli affari Esteri.

Il ministro degli Esteri ungherese Peter Szijjarto ha convocato l'ambasciatrice Ljubov Nepop per informarla personalmente che questa legge è una "vergogna e un disonore". Come sottolinea il portavoce del dipartimento Tamas Menzer, l'Ungheria si opporrà alle iniziative internazionali dell'Ucraina, finché  al documento non verranno apportate modifiche.

La legge di cui si parla è quella che il Parlamento ha approvato all'inizio del mese, che vieta il completo insegnamento delle materie in tutte le lingue, tranne che in lingua ucraina, entro il 2020. Peter Szijjarto ha già criticato questa legge che colpisce gli ungheresi in Ucraina. Secondo lui, Kiev viola i diritti delle minoranze, privandoli dei loro diritti di apprendere la lingua. Per un paese che intende avvicinarsi all'Europa, questo è assolutamente inaccettabile. Anche la preoccupazione della Romania per l'adozione della legge si è fatta sentire.

Approvata dal parlamento, la legge ha suscitato reazioni contrastanti nella stessa Ucraina. Il "blocco dell'Opposizione" ha chiesto di porre il veto sul documento, perché le sue regole "violano i diritti fondamentali dei cittadini dell'Ucraina e sono una minaccia che porterà alla distruzione del paese". Inoltre, anche il governatore della regione della Transcarpazia Gennady Moskal si è opposto. Secondo lui è in contrasto con i trattati bilaterali dell'Ucraina con i paesi vicini, in particolare, con quelli della Moldavia, Romania e Ungheria.