Ucraina Nel sito sono presenti informazioni concernenti il consolato e l’ambasciata italiana in Ucraina, supporto legale per adozioni e visti d’ingresso, mappa e meteo online.Ucraina

Come gioca lo Shakthar Donetsk: pregi e difetti degli ucraini

Il Napoli è impegnato nel primo turno del girone eliminatorio della Champions League contro un avversario non semplice: lo Shakthar Donetsk. Gli ucraini sono, da anni, una delle squadre più temibili in Europa per diversi fattori: l’aspetto climatico delle partite giocate in Ucraina, l’evoluzione costante del gioco della squadra, la presenza di molti giocatori sudamericani.

Storia dello Shakthar Donetsk, un club costretto all’esilio

Il club ucraino è stato fondato nel 1936. Nella sua bacheca figurano 10 campionati ucraini, 11 coppe d’Ucraina, 8 Supercoppa d’Ucraina, 4 Coppa Sovietica, 1 Supercoppa Sovietica. Lo Shakthar nella stagione 2008/09 ha vinto anche la Coppa Uefa battendo in finale il Werder Brema per 2-1, al vantaggio di Luiz Adriano rispose Naldo per i tedeschi ma nei tempi supplementari una rete di Jadson ha suggellato il primo trionfo europeo di una squadra ucraina ottenuto dopo l’indipendenza.

Il club è culturalmente legato all’area industrializzata del bacino del Donec, meglio conosciuto come Donbass da cui deriva il nome dello stadio: Donbass arena. Questo impianto, purtroppo, dall’agosto 2014 non è più agibile a causa della guerra nella città di Donetsk tra le forze di Kiev ed i separatisti filorussi. Alcune bombe danneggiarono lo stadio ucraino.

Lo Shakthar dunque sarà costretto all’esilio nella città di Kharkiv presso lo stadio Metalist. Kharkiv è una città dell’est dell’Ucraina che conta circa 1,6 milioni di abitanti. Il team ucraino è soprannominato la squadra dei minatori.

Attualmente lo Shakthar è primo in classifica nel campionato ucraino con 21 punti in 8 partite. C’è da dire che la più diretta inseguitrice è la Dinamo Kiev, a 2 punti di distanza dal Donetsk, ma con una partita in meno. Lo Shakthar ha segnato finora in campionato 17 gol e ne ha subiti 6.

Come gioca lo Shakthar Donetsk

L’allenatore Fonseca dovrebbe schierare il consueto 4-2-3-1. La capolista del campionato ucraino è temibile proprio perché ha una base di giocatori che conoscono bene l’Ucraina, abbinata a giocatori di fantasia brasiliana e argentina. In particolar modo dinanzi hanno calciatori estrosi: Facundo Ferreyra è la punta di riferimento, un giocatore alto 185 cm di nazionalità argentina ed autore di 3 gol in questo inizio di stagione. Marlos è un brasiliano di 174 cm, in Ucraina dal 2014, che agisce sul l’esterno, così come Bernard il più piccolo della squadra, solo 166 cm per lui, un attaccante rapido, brevilineo che può creare problemi alla difesa azzurra. In difesa si avvalgono dell’esperienza di Srna, giocatore con tante partite internazionali alle spalle. Dietro la punta Ferreyra agirà un altro giocatore solido ma allo stesso tempo estroso: Kovalenko.

Il Napoli dovrebbe essere preparato ad affrontare questo modulo di gioco poiché anche il Bologna, domenica sera, ha giocato con il 4-2-3-1. Di sicuro gli ucraini sono più forti in casa che fuori ma gli azzurri hanno tutte le potenzialità per vincere la partita.