Ucraina Nel sito sono presenti informazioni concernenti il consolato e l’ambasciata italiana in Ucraina, supporto legale per adozioni e visti d’ingresso, mappa e meteo online.Ucraina

Beach soccer, Superfinal Euroleague Terracina 2017: Italia-Ucraina 11-4, festival del gol azzurro e un Gabriele Gori sontuoso

Che spettacolo l’Italia del beach soccer nella prima giornata della Superfinal di Euroleague! Sulla spiaggia di Terracina gli azzurri di Massimo Agostini hanno impressionato per qualità e tecnica nell’esordio di questa rassegna continentale. La sabbia di casa è un toccasana per i nostri portacolori, travolgenti (11-4) contro l’Ucraina, ottenendo i primi 3 punti del torneo e riscattando il ko subito in Germania nella fase di qualificazione. Un trionfo vero e proprio fondamentale in vista del match di domani contro la Bielorussia (ore 17.15, diretta televisiva su RaiSport) sconfitta 4-1 dalla Russia nel derby dell’Est del gruppo 2. Verosimilmente sarà il confronto di sabato con i russi a decidere l’accesso alla finalissima di domenica. Un atto conclusivo che vedrà sfidarsi, lo ricordiamo, le prime due squadre dei due raggruppamenti.

Come detto uno show di altissimo profilo quello offerto dagli italiani alla Beach Arena “Carlo Guarnieri”. Il primo tempo è un dominio assoluto, concluso 7-1 in favore della squadra di Agostini. Ad aprire le marcature è un super Gabriele Gori, freddissimo sui due calci di rigore conquistati. Il tris poi porta la firma di Di Palma su punizione mentre il poker lo cala Ramacciotti sull’assist splendido di Marinai. L’Italia non si ferma: arriva anche la cinquina griffata da Palmacci (200° gol con la maglia azzurra). La prima frazione sontuosa degli italiani viene suggellata dalle due reti di Zurlo. La marcatura di Ivan Glutskyi serve solo per le statistiche (7-1).

Nel secondo tempo il canovaccio dell’convegno non cambia e sono sempre i beachers italiani a spingere il pedale sull’acceleratore: ancora Di Palma a farsi trovare pronto all’appuntamento con il gol con un tiro chirurgico su cui l’estremo difensore ucraino non può nulla. L’egemonia tricolore continua con Gori che, alla Pippo Inzaghi, porta a nove le realizzazioni odierne. Sul finire della seconda frazione gli ucraini vanno a segno grazie ad una punizione di Panchev. Si va, dunque, al riposo sullo score di 9-2.

Il terzo periodo è sempre all’insegna del bomber Gori che, con una spettacolare girata al volo, su assist di Marinai, lascia partire un tiro imparabile per Hladchenko. Zborovskyi porta a 3 le realizzazioni degli avversai negli ultimi scampoli di partita poi il citato Marinai su punizione e Zavorotnyi sono gli ultimi ad iscriversi al festival del gol.