Ucraina Nel sito sono presenti informazioni concernenti il consolato e l’ambasciata italiana in Ucraina, supporto legale per adozioni e visti d’ingresso, mappa e meteo online.Ucraina

Fake : folla di ucraini in Crimea per le vacanze

«RIA Novosti» ha pubblicato la dichiarazione dei rappresentanti della guardia di frontiera dell’FSB russa presenti sulla penisola occupata nella quale si dichiara che “gli ucraini continuano ad andare in Crimea, nonostante la fine di fase attiva della stagione di vacanze”. L’informazione che «folle di ucraini vanno in Crimea», e’ stata diffusa anche da altri media russi. Allo stesso tempo, il Ministero sulle questioni dei territori temporaneamente occupati e della immigrazione interna dell’Ucraina fornisce dati assolutamente diversi e i risultati dei sondaggi sono differenti.

«La Crimea è stata invasa dal flusso di turisti dall’Ucraina», «decine di migliaia di ucraini vengono in Crimea in vacanza nella bassa stagione “,” In Crimea c’è un forte aumento del flusso turistico dall’Ucraina» — così i media russi hanno fornito i dati sul controllo delle frontiere di FSB della Russia nella penisola occupata. Sostengono anche che “i grandi alberghi sono pieni” e attraverso i punti di controllo situati sul confine amministrativo della Crimea e dell’Ucraina passano ogni giorno “circa 8,5-9 mila di persone”.

Tale informazione e’ stata pubblicata anche sui siti Аргументы и факты, Спутник, Российская газета, Украина.ру, ТРК «Звезда», РИА Новости Украина, Взгляд, Антифашист, Новостное агентство Харьков e molti altri.

I rappresentanti del governo occupato come il Ministero del Turismo della cosiddetta “Repubblica di Crimea” hanno le loro statistiche. Quindi, per i primi di agosto, secondo loro, dall’inizio dell’anno la Crimea e’ stata visitata da 2 milioni 859 mila persone. E già alla fine di settembre questa cifra è aumentata a 4,5 milioni di persone. Cioè, prendendo in considerazione le dichiarazioni del ministero della Crimea occupata, per circa un mese e mezzo la penisola è stata visitata da oltre 1.6 milioni di turisti (il 36% di tutti i visitatori dal mese di gennaio). Questi dati sui visitatori non solo dalla terraferma dell’Ucraina, il ministero ha specificato che solo “il 5% di loro sono venuti in macchina attraverso il varco di frontiera Armyansk e Chongar”.

Allo stesso tempo, nell’agenzia federale del turismo in Russia hanno specificato che secondo i dati per il 30 agosto dall’inizio dell’anno in Crimea sono venuti in vacanza 3,7 milioni di persone.

Il Ministero sulle questioni dei territori temporaneamente occupati e della immigrazione interna dell’Ucraina ha notato un aumento dell’attraversamento del confine amministrativo con la Crimea occupata in agosto 2017 (11% rispetto a luglio 2017). Ma il ministero spiega che è la stagione delle ferie e delle vacanze scolastiche (nel mese di agosto 2017 sul territorio della penisola sono entrati 193,5 mila persone e ne sono uscite – 165.800 mila).

“Molte persone in Ucraina hanno la casa di proprietà sul territorio della Crimea ed è naturale che la gente, essendo in vacanza, desidera controllare le condizioni di questa proprietà. Inoltre, durante le vacanze nel mese di luglio-agosto, gli studenti che studiano nelle università ucraine tornano a casa e alla vigilia dell’anno scolastico – rientrano “, ha detto il primo vice ministro Yusuf Kurkchi.

In Russia, ad modello, per la prima metà del 2017, secondo i dati del servizio di frontiera statale dell’Ucraina, sono entrati 2,67 milioni di ucraini. Ma si nota che per il motivo di “turismo” gli ucraini andavano per lo più in Turchia, Egitto, Repubblica di Bielorussia, Emirati Arabi Uniti e negli altri paesi.

Gli altri dati sono stati forniti anche da Aleksandr Liev, l’ex ministro del turismo della Crimea. Secondo le sue parole, «Soltanto 100 mila turisti ucraini hanno visitato la Crimea in 6 mesi». Aleksandr Liev ha dichiarato, che prima dell’occupazione fino a 6 milioni di turisti visitavano la penisola, di cui 4 milioni erano cittadini ucraini.

Inoltre, alla vigilia dell’estate 2017 L’Istituto Internazionale di Sociologia di Kiev ha condotto un sondaggio a livello nazionale sui piani estivi degli ucraini. Solo l’1% degli intervistati ha dichiarato di avere intenzione di trascorrere la vacanza in Crimea.