📁
Ucraina Nel sito sono presenti informazioni concernenti il consolato e l’ambasciata italiana in Ucraina, supporto legale per adozioni e visti d’ingresso, mappa e meteo online.Ucraina
Informazioni

Territorio

Collocazione

È delimitato dalla Bielorussia a nord, dalla Russia a nord e a est, dal Mar Nero e dal mar d'Azov a sud, dalla Romania e dalla Moldavia a sud-ovest e da Ungheria, Repubblica Slovacca e Polonia a ovest. L'Ucraina è stata Repubblica federata nell'ambito dell'Unione delle repubbliche socialiste sovietiche (URSS) fino al 1991, anno in cui ottenne l'indipendenza. Dal 1991 è membro associato della Comunità di stati indipendenti (CSI). Lo stato, con una superficie complessiva di 603.700 km_, è il più esteso d'Europa, se si esclude la Russia. L'estensione costiera è di 2.780 km. È compresa nei confini la Crimea, dal 1921 parte della Federazione russa e dal 1954 incorporata nello stato ucraino; nel 1992, in seguito al manifestarsi di spinte separatiste, le sono state riconosciute ampie autonomie culturali e amministrative.

Montagne, pianure e colline

Il territorio ucraino è costituito in prevalenza da una vasta e fertile pianura di terra nera, il bacino inferiore del fiume Dnepr, ondulata leggermente da alture collinari che non raggiungono i 300 m d'altitudine (le Alture del Donez e le Alture di Azov a sud-est, le Alture del Dnepr nell'area centrale, le Alture della Volinia a nord-ovest). Sono più marcati i rilievi dell'area sudoccidentale del paese, drenata dal fiume Dnestr, con le alture del Ripiano Podolico, che si estendono nella Podolia, e i Carpazi Orientali compresi nella Galizia. Intorno al monte più alto dei Carpazi ucraini, il Gora Goverla (2.061 m), è stato istituito nel 1980 un parco nazionale di 50.303 ettari. Nella costa meridionale della penisola di Crimea si innalza la breve e imponente catena dei monti della Crimea (Krymskije Gory), che raggiunge il punto più alto con il monte Roman-Ko_, 1545 m. A nord-ovest il territorio è compreso nella Polesia (o Polessia), un'ampia regione dominata dalle paludi del Pripjat, in parte bonificate, condivisa con la Bielorussia.Le foreste dello stato, concentrate soprattutto nell'area dei Carpazi, forniscono 10.008.000 m_ (2000) di legname, un discreto quantitativo destinato prevalentemente al consumo interno.

Fiumi, laghi, mari e coste

La maggior parte dei corsi d'acqua ucraini tributa al Mar Nero o al mare d'Azov. Fa eccezione il Bug Occidentale, che nasce nella regione nordoccidentale della Volinia e scorre verso nord, confluendo, già in territorio polacco, nella Vistola, la quale sfocia nel mar Baltico. Il fiume più ampio, il terzo d'Europa per lunghezza dopo il Volga e il Danubio, è il Dnepr, che occupa la porzione centrale del paese estendendosi per 980 km. È sbarrato nel suo corso da una serie di dighe, frutto di un intenso lavoro tra il 1935 e il 1965, che creano altrettanti bacini per la produzione di energia idroelettrica (Kiev, Kremen_ug, Dneprodzer_insk, Dnepr, Kahovka). La ricca e complessa rete idrografica comprende a est, presso il vasto bacino carbonifero del Donbass, il Donez, a nord-ovest il Pripjat, a sud-ovest il Bug Meridionale e il Dnestr, nelle estreme regioni meridionali, al confine con la Romania, il ramo deltizio settentrionale del Danubio e, in Transcarpazia, i fiumi Tibisco e Prut (affluenti del Danubio) nel loro corso iniziale. I laghi in Ucraina sono più di tremila e coprono il 3% del territorio. Le coste intorno al Mar Nero e al mare d'Azov sono basse, caratterizzate dalla presenza di lagune. Per salvaguardare tale ambiente, in prossimità della foce del Dnepr, è stata istituita dal 1984 la riserva di Cornomors'kij di 98.407 ettari, che fa parte del programma MAB (Man and the Biosphere, l'uomo e la biosfera) dell'UNESCO.

Argomenti nella stessa categoria