📁
Ucraina Nel sito sono presenti informazioni concernenti il consolato e l’ambasciata italiana in Ucraina, supporto legale per adozioni e visti d’ingresso, mappa e meteo online.Ucraina
Varie

Agenzie Matrimoniali

Ma come operano generalmente le agenzie matrimoniali che offrono ragazze ucraine?

Matrimonio in Ucraina
Matrimonio in Ucraina

Incominciamo col dire che non solo esistono agenzie matrimoniali classiche (quelle in cui uno va e gli vengono proposte varianti di “moglie” da catalogo), esistono tutta una serie di strutture il cui fine è trarre profitti speculando sugli individui impossibilitati a trovare la propria “dolce metà” , vuoi perchè provenienti da aree in cui la società esclude da una normale vita sessuale, le persone di classe media, vuoi perchè si tratta di persone con problemi fisici o psichici (invalidi, menomati o semplici individui il cui comportamento non è compatibile con la vita di coppia); il fatto sta che sia in Italia che in Ucraina sono sorte tutta una serie di agenzie, associazioni, circoli, ecc.. che speculano, approfittando di queste spiacevoli situazioni.
Vediamo di capire le varie forme che mediano tutta una serie di servizi:

Agenzia matrimoniale “italiana” che offre “moglie ucraina

Si tratta generalmente di una agenzia che funge da terminale, in realtà questa agenzia utilizza i servizi di un’altra agenzie dislocata in Ucraina maggiorando notevolmente il costo di ogni servizio. Questa agenzia sopravvive, trae profitti e mantiene i propri costi (affitti, viaggi, licenze, stipendi), grazie proprio all’apporto pecuniario apportato dalla propria clientela.

Agenzia matrimonialeucraina” che opera sul posto

Questo tipo di agenzie matrimoniali offrono gli stessi servigi delle agenzie in Italia, tuttavia con costi nettamente inferiori, però occorre fare estrema attenzione:
Le agenzie specializzate con la clientela “straniera”, (quelle con personale che parla Italiano, o inglese, con sede nella capitale), sono praticamente delle macchine per turlupinare la gente: Organizzano ai propri clienti “incontri”, con ragazze compiacenti (ragazze che non hanno nessuna intenzione di sposarsi, a volte sono anche già sposate e che di professione scroccano cene a sbafo. Queste ragazze conoscono alla perfezione ogni ristorante in città meglio di qualunque altro!). Ogni agenzia si fa pagare una tariffa ad uscita ed è quindi loro gioco forza, organizzare il maggior numero di incontri “farlocchi” prima di quello effettivo (se mai ci sarà). Le poche ragazze in catalogo presso queste agenzie che abbiano effettivamente intenzioni di sposarsi, sono in genere tra le più grandi approfittatrici reperibili sul mercato, persone con le quali non è auspicabile intrattenere relazioni  serie.
Le agenzie matrimoniali ucraine che non operano con clientela straniera sono decisamente meglio (come serietà), tuttavia non è facile riuscire ad interfacciarsi  con queste per il fatto della lingua e anche perchè non sono pubblicizzate nei media in cui un visitatore straniero riesca ad accedere facilmente (giornali in lingua inglese, depliant per turisti, ecc.) . Tuttavia occorre far presente che qualsiasi donna che si rivolge ad una agenzia matrimoniale per trovare il proprio compagno, a qualche cosa ambisce di sicuro, occorre quindi fare molta autocritica e mostrarsi fin da subito per quello che si è, (senza fare gli sbruffoni).

Gli  “accalappia pellegrini”.

Con questo termine indichiamo tutta una serie di approfittatori che cercano di trarre profitti avvantaggiandosi con lo sfruttare varie situazioni indotte da chi è in cerca di una compagna. Incominciamo a creare una distinzione tra soggetti italiani e ucraini:
Gli operatori italiani in genere operano offrendo servizi rivolti nel coadiuvare le intenzioni di quelli da noi definiti “pellegrini”, offrendo quindi tutta una serie di servizi di supporto (taxi, alberghi, appartamenti, matrimonio), fino a qui non ci sarebbe nulla di male se non per il fatto che si tratta di operazioni altamente speculative, dove i servizi vengono offerti a prezzi notevolmente maggiorati rispetto quelle che sono le “tariffe normali” del luogo di destinazione. In genere chi dirige queste attività lo fa come secondo lavoro, in modo da raggranellare qualche extra per permettersi a sua volta qualche “capatina da pellegrino in terra santa”.
Gli operatori Ucraini invece utilizzano gli strumenti telematici per raggiungere il proprio bacino di utenza; Oramai è risaputo benissimo ogni aspetto inerente la situazione sociale in Italia sul fronte delle relazioni sentimentali (grazie agli ucraini che in Italia ci vivono e poi raccontano in patria): “Non si batte un chiodo”, sono innumerevoli i casi di gente normale che non riesce a vivere una vita sessuale normale! Per non parlare di quei casi disperati che non vedono una donna da anni (i cosiddetti “uomini con la canna del gas in bocca”). Ecco quindi che a incominciare dalla fine degli anni novanta sono apparse come funghi innumerevoli strutture “caserecce” che operano con il chiaro intento di accalappiare il maggior numero di “pellegrini” per poi nel migliore dei casi offrire servizi a costi esosi se non addirittura turlupinarli senza offrire nulla. Questi soggetti operano in vario modo, quello più consueto consiste nell’assumere alcune ragazze normalissime (pagate un dollaro l’ora), il cui unico compito è quello di chattare semplicemente (su ICQ, MSN, ecc.), quindi essere presenti in Internet (una semplice esca per ignari “babbaloni”). A questo punto lo scenario può assumere varie forme: Quella più probabile è che l’ignaro vorrà andare a incontrare la ragazza e quindi dovrà per forza di cose usufruire di vari servizi che di volta in volta la ragazza gli organizzerà a puntino (alloggio, transfert, biglietti teatro, ecc.), chiaramente questi servizi rappresentano un copioso proficuo per chi tira le fila dell’organizzazione. A seconda del livello di ingenuità da parte di chi cade nella rete possono scattare varie trappole, quella sicuramente più pesante è definita rischio “scammer”, ovvero l’indurre i vari soggetti a inviare soldi a quella che credono la propria ragazza per fini diversi (pagargli il viaggio in Italia, cure per la nonna, ecc.).

Questo breve prontuario non  è sicuramente esaustivo, tuttavia definisce quello che è il quadro della situazione; Non c’è quindi nulla di incomprensibile nella riluttanza da parte degli organi preposti nel concedere “visti di ingresso Schengen” alle ragazze ucraine.
L’accenno alle strutture qui menzionate non parla dello specifico di nessun operatore! Il nostro scritto vuole semplicemente essere un racconto generalizzato su come operano le agenzie matrimoniali e associazioni affini che trattano l’Ucraina.
Ricordiamo a tutti che il nostro forum è anche uno strumento in grado di tutelare e difendere i vari utenti tramite scambio di informazioni, state in campana!
Argomenti nella stessa categoria