📁
Ucraina Nel sito sono presenti informazioni concernenti il consolato e l’ambasciata italiana in Ucraina, supporto legale per adozioni e visti d’ingresso, mappa e meteo online.Ucraina
Terreni ed immobili

Proprietà e altri Diritti Fondiari

Il Nuovo Codice sulla Proprietà Fondiaria prevede che possano essere titolari del diritto di proprietà, in Ucraina, i soggetti privati, lo Stato e le Municipalità. Così, sono stati abrogati anche per i privati (persone fisiche o giuridiche) alcune preesistenti restrizioni sull'esercizio del diritto di proprietà relativamente ai terreni agricoli, ed essi possono, pertanto, esercitare e disporre pienamente di tale diritto.
Le restrizioni riguardo i soli terreni agricoli, che possono riassumersi nel divieto di rivenderli e di disporne altrimenti (salvo che la disposizione tragga origine da un accordo di scambio, o sia disposta a titolo ereditario, o si riveli necessaria per un pubblico interesse), hanno effetto fino al 1° Gennaio 2005. Il Codice non contiene simili restrizioni rispetto ai terreni non di uso agricolo.
Il Codice introduce e disciplina i seguenti diritti fondiari:
• diritto di proprietà;
• diritto di uso in perpetuo o a tempo indeterminato a favore di imprese statali;
• diritto di cedere e/o di prendere in affitto terreni per breve o lungo periodo;
• servitù.
Nel Codice sono contenute varie garanzie a tutela dei diritti sia dei proprietari che degli utilizzatori di proprietà fondiarie, in particolare prevede e limita tassativamente i casi per le quali è eccezionalmente consentito l'espropriazione del fondo, che comunque deve essere sancita da apposita sentenza. L'espropriazione può avvenire, per esempio, in caso di pubblica necessità e/o utilità, oppure nel caso in cui il proprietario avesse già formulato la propria intenzione di disporne in tal senso. Comunque sia, l'accertamento dei requisiti di espropriabilità è demandato all'Autorità Giudiziaria, con pieno rispetto dei principi di uno Stato di Diritto.
L'affitto di una proprietà fondiaria deve trarre origine da un contratto tra le parti, è essenzialmente a tempo determinato ed a fronte del pagamento di un corrispettivo da parte del conduttore (straniero o Ucraino, che sia), che utilizzerà il terreno per le proprie necessità.
Il limite temporale può essere a breve termine (fino a cinque anni) o a lungo termine (fino a 50 anni). Il conduttore, previa autorizzazione ottenuta dal locatore, può sub-affittare il fondo. Locatore potrà essere solo il legittimo proprietario o un suo rappresentante munito dei relativi poteri. Il Codice, inoltre, riconosce l'esistenza di nuovi tipi di diritti a favore di terzi ed introduce il concetto di "servitù" e quello di "buon vicinato".

Argomenti nella stessa categoria